close
3 buoni motivi per cui le passioni sono importanti!

3 buoni motivi per cui le passioni sono importanti!

La questione delle passioni mi ha sempre appassionata molto, e mi riappassionare ogni volta che vedo una passione appassionata essere la passione già importante di qualcuno. Ed è per questo che scrivere i 3 buoni motivi per cui le passioni sono importanti, non sarà difficile.

Tre righe, 50 parole. L’esperimento è molto semplice: mettere insieme la parola passione e le sue derivate, in ogni senso possibile. Un correttore automatico bollerebbe le righe come sbagliate, eppure il gioco è tutto qui: usare la passione. Forse alle prime tre righe di questo post do davvero troppa importanza eppure la mia passione è qui: scrivere. 

Si viene a contatto con LE passioni, ogni giorno. Le passioni posso essere di qualcuno oppure le proprie, possono essere sempre appartenute oppure possono essere lì da poco tempo, fatto sta che le passioni sono oggetto di riflessione di filosofi di ogni tempo.

Cosa c’è dietro le passioni? 

Ho provato a rispondere a questa domanda cercando di capire cosa ci fosse dietro le mie passioni. Mi sono confrontata con le passioni degli altri ed ho capito qualcosa in più. Ho osservato l’approccio alla passione di altre 3 persone e di una quarta che, non appassionata, mi ha confermato la mia idea sui 3 motivi per cui le passioni sono importanti e vale la pena coltivarle.

1. Per capire (davvero!) cosa significa CREDERE

Il primo buon motivo per cui vale la pena avere una passione è proprio questo: capire cosa significa credere. Questo verbo non è semplice da pronunciare né da dare il giusto significato. Cosa voglia dire è complesso da spiegare ed è per questo che, forse, la passione può aiutarci. Andare a correre tutte le mattine per raggiungere un obiettivo, cos’è se non crederci? Sì, ok, a me che non piace correre all’apparenza può sembrare masochismo ma per chi crede davvero in qualcosa, è la passione si traduce in un:

credere di potercela fare,
credere di riuscire a compiere qual passo in più,
credere che dopotutto è questo quel qualcosa che muove la vera passione

2. Per portare a termine qualcosa

Forse la passione aiuta davvero chi ce l’ha a portare a termine qualcosa. Sono del partito: ogni cosa va fatta con passione altrimenti la si abbandona al primo ostacolo. La passione è proprio così, travolge e non ti fa sentire né la stanchezza nella gambe né la pesantezza sul cuore. Ti guida fino alla meta e poi ti dice: dai, ne è valsa la pena?

sì, ne è valsa la pensa,
per me e per la mia autostima,
per te e per la tua bellezza!

3. Per essere gratificati

Credo che il confine tra lavoro e passione sia molto ampio, lungo, e dissipato di insidie. Si lavora per passione o si lavora per lavoro? Un lavoro che non ci fa stare bene, è un lavoro per cui non vale la pena impegnarsi. Eppure quell’impiego ci permette di raggiungere il 30 del mese, direte voi. Bene, ma il lavoro con passione è un’altra cosa. Sentirsi gratificati attraverso ciò che si fa è, forse, la sensazione più bella. E poi ci sono le passioni che, se portate a termine, fanno scoppiare il cuore di gioia.

sono bravo in questo,
faccio questo perché sono bravo,
cosa fai nella vita? Faccio questo

E le tue passioni? Il tuo motivo per cui vale la pena coltivalrle?

Aiutami a scrivere il prossimo calendario editoriale! Rispondi alle domande

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia.
26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

Piccola filosofia della felicità: monaci busshisti e signori del té!

#FilosofiadelCibo: Agriturismo Sengiari, Colli Euganei

Leave a Response