close
5 verbi per essere felici!

5 verbi per essere felici!

Essere felici. Il tema della filosofia. E se cominciassimo dalle cose semplici? Se dicessimo cos’è per noi la felicità?

Io Luca Bianchini lo seguo sempre. Seguo i sui spazi su VanityFair, la sua vita da scrittore e i suoi romanzi/film sono bellissimi! E proprio da VanityFair nasce l’ispirazione per questo post. Leggo: 5 verbi da usare per tornare ad essere felici. Leggo e rileggo e la cosa mi piace tantissimo. Pur condividendo i suoi 5 verbi ovvero dormire, dimenticare, guardare, parlare e festeggiare, credo qualcosa manchi per rendere la lista molto mia! Ed allora ecco i miei 5 verbi per essere felici! Quando la filosofia è quotidianità e semplicità può servire a riflettere sulle cose che possiamo e vogliamo cambiare. Serve a guardarci dentro e a dire: ok, questa cosa la voglio proprio fare!

LEGGERE 

Sì leggere, leggere tanto e farlo per tantissimi motivi ma prima di tutto per se stessi. Se è vero quello che diceva Umberto Eco circa l’importanza di leggere libri, allora io voglio aspirare a vivere quante più vite possibile. Non siamo un popolo di lettori. Purtroppo, aggiungo io. lo dovremo essere per combattere la velocità con cui viviamo giorno dopo giorno e la difficoltà che abbiamo a fermarci e dedicarci del tempo. La lettura potrebbe essere il primo passo avanti per prendersi cura di sé e per farlo nel modo giusto!

CONDIVIDERE

Che sia con gli amici, con la persona che si ama, con la famiglia, qualunque genere di condivisione avete in mente è la via giusta. Il mondo va veloce e per non rimanere indietro abbiamo bisogno di momenti da condividere, da dividere con qualcuno di veramente importante e per farlo abbiamo bisogno di avere il cuore pronto. La condivisione è fondamentale ed io non rho sempre saputo. E’ una cosa che ho capito con il tempo ed è per questo che ho deciso di portarla con me per essere felici.

PERSEVERARE 

Perseverare è un verbo bellissimo. Perseverare nei propri obiettivi, nella vita, nel lavoro, nelle relazioni. Se mi metto in testa una cosa non c’è verso di farmi cambiare idea. La perseveranza ha un’accezione positiva. Ma non è sempre cos. Quando perseverare fa rima con chiudere le porte e non ascoltare nessun altro pur di raggiungere uno scopo, è pericoloso. Ed allora spazio alla perseveranza buona, quella che ci fa puntare i piedi per terra e ci fa dire: ci riuscirò!

Quali sono i vostri 5 verbi per essere felici? Scrivetene di nuovi oppure modificate questi!

SENTIRE 

Nel 2016 ho scoperto di non sentire abbastanza ma di pensare in modo spropositato e sproporzionato rispetto al sentire, appunto. Per essere felici ho deciso di sentire e questo 2017 è l’anno del sentire. Sentire ciò che mi passa per la testa e per il cuore, sentire le emozioni, i brividi, le paure e anche le incertezze. Sentire 2.0…! Sentire e non smettere di sentire, come in questa foto in cui sentivo l’erba fresca e il tocco di rugiada!

GIOIRE

Gioire con chi voglio, le persone, i paesaggi, il mio cane, da sola. Insomma ogni gioia è ben accetta! Mi sono sempre detta che gioire (gioire veramente!) è difficile. Un po’ per paura che tutto finisca (sì, sono una scaramantica!!), un po’ per che gioia vera è difficile da intercettare. La gioia c’è e non aspetta che ce ne accorgiamo. Ed allora il verbo gioire ha un gran senso perchè significa accorgersi della gioia, quando c’è e sopratutto con chi c’è!!

Le foto che ho utilizzato sono mie! Visitate il mio profilo Instagram!

 

Licenza Creative Commons

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

MassaCritica: dialogo I (parte I)

Poppettina e il sorriso

Leave a Response