close
Angelo, i fiori e il mestiere per la vita | #lavoronarrato

Angelo, i fiori e il mestiere per la vita | #lavoronarrato

Sono figlio d’arte. Faccio questo lavoro fin da piccolo, come la maggior parte di chi è figlio di negozianti: ho sempre dato una mano

Arcangelo Gambardella ormai è un artista dei fiori. Compone, crea, inventa, insomma lui con i fiori fa cose meravigliose.

A che età hai iniziato?

“A 7 anni facevo le consegne a piedi nel quartiere e aiutavo con le pulizie, innaffiavo le piante e facevo ciò che potevo durante qualche evento importante. Questo fino a 8 anni fa, quando ho iniziato a fare questo lavoro a tempo pieno”

Hai mai pensato di fare altro?

“Ho pensato tante volte di fare altro ma una volta che ci sei dentro questo lavoro ti rapisce il cuore, come il primo amore. Sono un fiorista e amo troppo questo lavoro: per me il lavoro è lo specchio di ognuno di noi o almeno, per me, è così: il lavoro che faccio rispecchia la mia personalità”.

Una cosa bella del tuo lavoro?

Il bello del mio lavoro è che mi consente di esprimere, ciò che ho dentro, il mio stato d’ animo, i miei sentimenti e proprio come gli stati d’animo di una persona, il mio lavoro è ogni giorno differente. Consente di stare a contatto con tante persone tutte con la propria storia. C’ è sempre da imparare, abbraccia tanti settori.

Una cosa brutta del tuo lavoro?

“Il suo lato “oscuro”? Non si dorme mai! Salta sempre fuori l’ imprevisto. Si è legati al meteo e alla fortuna: la giornata cambia da un momento all’altro e questo è abbastanza stressante. Si lavora anche nei giorni di festa  ma nonostante tutto, è ciò che amo fare.

Mi ha rapito il cuore…come il primo amore

Licenza Creative Commons

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

Muhammad: io, l’archeologia e la Siria | #lavoronarrato

Valentina: una social media manager! | #lavoronarrato

Leave a Response