close
Anna Karenina: l’amore e la vita per l’amore

Anna Karenina: l’amore e la vita per l’amore

16 luglio 2016#libri1263Views

Immaginate una donna che ama e che ama fino alla fine, consapevole che quell’amore che porta alla fine è nello stesso momento indispensabile e consuma fino nel profondo. Ecco a voi Anna Karenina in assoluto il MIO romanzo preferito! Il capolavoro di Leone Tolstoj o forse no. Per me lo è assolutamente. In più di mille pagine (sì, ci vuole coraggio e perseveranza per finirlo…ma non ve ne pentirete!), è riassunta la lunga esistenza d’amore di Anna, sposa di Aleksei Aleksandrovič Karenin, un ufficiale governativo, da cui ha avuto un figlio: Serëža.

Anna è in arrivo a Mosca, dove e stato appena scoperto dalla moglie Dolly il tradimento di Stiva, sua fratello. Anna deve appianare le cose. Un avvenimento all’apparenza fortuito come la morte accidentale di un operaio, segna la vita di Anna. In quella stazione, nella fredda Mosca, incontra un ufficiale dell’esercito, Aleksej Kirillovič Vronskij. Questi non è uno qualunque. La sorella di Dolly, Kitty è perdutamente innamorata di questo ufficiale e rifiuta la proposta di matrimonio di un altro pretendente proprio nell’attesa che questi si faccia avanti. Anna è attratta da Vronskij, terribilmente e data la condizione di donna sposata e le implicazioni che questa attrazione comporterebbe, decide di tornare a San Pietroburgo dalla sua famiglia.

Come potrete immaginare la storia non finisce qua. Vronskij insegue Anna, la trova e comincia un valzer di sguardi, suoni e sapori d’amore che attirano le attenzioni di tutti, anche del marito. In poco tempo la passione scoppia, le persone parlano e le cose si complicano. L’amore folle e forte comporta l’allontanamento di Anna dal figlio e la pazzia di amore che è bellissimo e drammatico allo stesso tempo, funesto e meraviglioso come solo l’amore sa essere.

La storia è lunga e la questione è complicata. Troppo. Ovviamente non vi svelo tutto ma… le trasposizioni cinematografiche vanno viste SOLO dopo aver letto il libro! La prima fu nel 1911 di Maurice Matrie e l’ultima di Joe Wright con una bellissima e bravissima Keira Knightley!

Che dire: leggetelo e fatemi sapere!

Licenza Creative Commons

Tags:#libri
Anita

Anita

Content Specialist e specialista nel complicarmi i pensieri come solo le persone che gettano avanti il cuore in ogni cosa che fanno, sanno esserlo. Il Blog è il mio esercizio quotidiano per curare me stessa, per non perdermi, per essere sempre presente.

La partita di calcio, quando a giocare non è Totti

Spencer Tunick: tutto quello che dice vuol dire tutto?

Leave a Response