close
Buoni propositi a chi? Vi spiego perchè oggi inizia il 2016

Buoni propositi a chi? Vi spiego perchè oggi inizia il 2016

Oggi è sette gennaio 2016: buon anno! Un mese e mezzo fa, ero Parma e passeggiando a piazza Garibaldi, tra i mercatini di Natale, vedo una lavagna con scritto: il bere vince sempre sul male! Bellissima affermazione soprattutto dopo le vacanze natalizie, il giorno in cui inizia l’anno nuovo. Ebbene sì, oggi inizia quel tanto sospirato 2016, fonte di speranze riposte, desideri connessi, propositi annessi. Oggi è la vera alba del nuovo anno: cosa ci porterà? Quali diavolerie sono in serbo per noi? Ogni nuovo anno è così: porta con sé i desideri reconditi, quei vorrei non realizzati nell’anno precedente ma soprattutto porta quei stupidi quanto obsoleti propositi per l’anno nuovo che tanto si sa NON SI RISPETTERANNO MAI!

E’ per questo che oggi vi dico che è il primo dell’anno. Perchè oggi sono finite le famigerate feste natalizie. Quelle che ci tengono incollati a casa di parenti e/o amici per 10 giorni, stretti uno accanto all’altro perchè “lo spazio è poco ma dobbiamo stare TUTTI INSIEME”, ancorati a quelle tavole imbandite perchè non importa se hai mangiato tanto il giorno prima “oggi è un altro giorno e che fai non mangi?”. Siamo tutti schiavi delle vacanze. I regali che devi fare e la paura di ricevere sempre le stesse cose, quel “è giusto un pensiero” eppure brutto, aggiungerei! Quel “spero ti piaccia!” come a dire “guarda non credo ti piaccia, ma lo spero” ma allora che cavolo me lo hai regalato a fare?! Ma i peggiori sono i cesti ricolmi di dolciumi e frutta secca che inondano le credenze, i tavoli e le dispense. Quei panettoni e pandori mezzi consumati ma poi lasciti lì senza un perchè, o forse uno lo hanno: “era buonissimo ma ci sono così tante cose!”, come a dire che bisogna fare un po’ per uno così non si fa male a nessuno!

Dopo tutto questo sconforto, questo dramma esistenziale che accomuna le nostre miserabili vite di gente normale, ecco la domanda: “mi dici un buon proposito per l’anno nuovo?”. Ed allora eccolo l’esercito del primo dell’anno, quelli sopiti dai bagordi, quelli che il colesterolo e i trigliceridi si sono alzati pure da tavola non solo nei valori, quelli che scrivono post su Facebook ricchi di proponimenti, auspici e auguri. “Ti auguro di realizzare i tuoi propositi per l’anno che verrà”, dicono. Fidatevi, non proponetevi niente, per cortesia, tanto poi nulla si propone veramente!

[Carrellata dei propositi inutili]Non andrete in palestra

Non andrete in palestra, o meglio, proverete a fare l’abbonamento di un mese, pagherete e non andrete assolutamente perchè ogni giorno ne esce una nuova e quindi NADA!

breakfast-690128

Non mangerete sano, o meglio inizierete una di quelle DIETE PER LE STAR che gira su Facebook, andrete in Erboristeria a comprare una tisana diuretica per eliminare i liquidi in eccesso (tanto il problema sono i liquidi non il grasso!), poi non la rispetterete perché: compleanni, carnevale, Pasqua, onomastici, estate e cena con gli amici e Natale di nuovo. E poi c’è la cioccolata: alziamo le mani! Quindi NADA!

Non metterete i soldi da parteNon metterete i soldi da parte perchè ora ci sono i saldi e che fai non compri?! Si passeggerà per le vetrine e si vedranno nell’ordine: scarpe, vestiti, giocattolo al bambino, borse. Quindi NADA!

imageNon sarete sinceri con le persone perchè poi quella vena di acidità vi verrà sicuramente (vedi me, ora!). Detto tra me e le donne: si sa che è così, non neghiamo! Ci sarà sempre quel giorno in cui vi chiedono “come sto?” e voi risponderete un falsissimo “molto bene!” Quindi NADA!

Non rispetterete gli orariNon rispetterete gli orari, non potrete essere sempre puntuali, ci sarà sempre qualcosa che non andrà come vorrete. Il mondo è imprevedibile ed il tempo lo è ancora di più. Fugge, fugge e non s’arresta un’ora, diceva qualcuno. Quindi NADA!

Non adotterete un cuccioloNon adotterete un cucciolo e menomale, aggiungerei! Se non siete veri (ma veri, veri) amanti dei quattro zampe evitate. Un cucciolo è una persona. Un uccellino, un cagnolino, un gattino… persino un capretto! Adottate solo se realmente potete, e voi potete giurare di potere!? Quindi NADA!

Non leggerete un libro al meseNon leggerete un libro al mese perchè ci sarà sempre quella sera in cui tornerete troppo stanchi e non vi andrà, oppure il libro non vi piace e troverete mille scuse. Quindi NADA!

 

Morale della favola è non proporsi nulla. Non rispettare un proposito è ancora più dannoso del proposito stesso. Allora augurate l’imperfezione e la sua felicità, augurate la confusione, non il silenzio della perfezione. I buoni propositi non vi aiutano ad affrontare il nuovo anno ma sono a raccontare bugie buone che sono sempre bugie! Quindi buon anno e buona imperfezione, umani! Beviamoci su, spumantino avanzato per tutti!

P.S. Un grazie particolare alla mia nonna materna che mi ha insegnato ad usare l’aceto per condire le feste natalizie!

 

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

Perchè dal post trauma riusciamo a ri-crescere?

“Se” del maestro Kipling: cosa fa di un uomo, un uomo?

Leave a Response