close
Family jet lag: come supererare l’abbuffata di parenti

Family jet lag: come supererare l’abbuffata di parenti

Avete presente quella strana sensazione di abiocco, quel leggero movimento della palpebra verso il basso, quei continui sbadigli, quelle dirimenti gambe stanche di camminare che colpiscono durante questo periodo? Spesso pessimo che sia tutta colpa del colesterolo in circolo a causa delle continue cene natalizie e pranzi copiosi oppure colpa della stanchezza a causa di mezzanotte attese tra un giro di tombola e un regalo da scartare. Invece no. Questo senso di malessere ha un nome: family jet lag!

Il New York times è sempre più avanti di tutti ed allora ecco l’intervista ad un psicologo clinico che spiega quello che tutti noi vorremo dire e che sentiamo ogni anno, ma ci mancano le parole. Il post abbuffata di parenti si chiama Family jet leg. Come il jet leg dopo un viaggio transoceanico sconvolge il ritmo circadiano, anche i parenti lo sconvolgono! Secondo il dottor Adam Fried, siamo portati a sottovalutare questo tipo di stress perchè all’apparenza, non facciamo nulla di molto faticoso durante queste feste natalizie. Eppure non è così: il corpo parla e lo dobbiamo ascoltare.

Le vacanze di Natale sono questo: raduni di famiglie numerose, ore e ore a cucinare e un gruppo di persone che solitamente non interagisce, che improvvisamente si ritrova nello stesso posto e cerca di sembrare allegro e festoso. È la versione ‘reality show’ della famiglia. Quando ritorni da questo tipo di vacanze, puoi sentirti esausto per giorni, puoi trovare difficile concentrarti e ricominciare la solita routine. È il ‘family jet lag

Ma come si fa a non esserne d’accordo?

Uno dei fastidi più avvertirti è uno strano dolore allo stomaco. E lo stomaco è il primo a parlare, spiega il Dottor Fried. Questo perchè lo stomaco è il fulcro di tutti i nostri problemi interiori che attraverso di lui si esprimono. E’ proprio il caso di dire: mi stai sullo stomaco!! Oltre a questo, un’altro sintomo di family jet lag è questa continua voglia di stare svegli! Il Dottor Fried spiega che tutto ciò è dovuto alla continua ansia a cui siamo sottoposti: ritmi serrati, tabelle di marcia piene di cose da fare e soprattutto impegni che iniziano molto primo del 24 dicembre!

COME SUPERARE QUESTO MOMENTO?

Il Dottor Fried consiglia la meditazione e soprattutto i respiri lunghi. Ma non solo. Molto importante è anche una continua educazione dei parenti. Ad esempio se ci sono argomenti tabù per voi, non partecipate alle conversazioni cercate di limitare il più possibile i contatti anche se l’interazione e abituarci ad essa durante tutto l’anno è la scelta migliore per non rischiare soffrirne troppo!

 


Licenza Creative Commons

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

Natale 2016: c’è sempre tempo?

Poppettina e le emozioni

Leave a Response