close
Festa dei lavoratori: una questione di fede

Festa dei lavoratori: una questione di fede

Primo maggio, Festa dei lavoratori. Il primo maggio, purtroppo è diventato anche la festa di chi ci crede. Sì perchè in tempi di magra, il lavoro diventa qua questione di fede. Fede laica s’intende ma sempre di fede si tratta.

Di cosa parlo!?

Nonostante gli interventi degli ultimi anni, più o meno, giusti e efficaci, la disoccupazione è ancora a livelli eccezionali ed in particolare la disoccupazione giovanile preoccupa, allarma e sconcerta. Accade tutto questo non perchè siamo una generazione di nullafacenti ma perchè ci stiamo formando, stiamo studiando, ci stiamo impegnando eppure il nostro Paese non può assicurarci una prospettiva di lavoro stabile.

E’ per questo che vi dico che il primo maggio e la Festa dei lavoratori è diventata una questione di fede. Bisogna credere nel lavoro come qualcosa di superiore, qualcosa che c’è, sicuro, ma non si vede. E’ qualcosa che ci appartiene anche se, oggi, sembra non essere nostro. Lavorare è un diritto ed un dovere, dicono. Ebbene, crediamoci! Abbiamo fede, ma una fede forte, indissolubile, una di quelle fedi che travolge e che scombussola i capelli. Il lavoro, sì lui… quello per cui i nostri nonni ed i nostri genitori hanno combattuto, è tornato ad essere un valore da difendere, un mantra da ripetere, un’ideale in cui credere.

Di qualunque idea politica voi siate, c’è un’idea superiore che è credere nella stessa idea di lavoro perchè nulla, a questo mondo, è scontato, benché meno il lavoro che invece dovrebbe nobilitarci come persone, anime, enti esistenti e pensanti. Tutto questo avviene per fede. Ecco vi ho svelato un segreto: la Festa dei lavoratori è una questione di Fede!

Il 28 aprile abbiamo raccontato il lavoro durante La notte del Lavoro Narrato. Abbiamo raccontato le esperienze di chi il lavoro lo vive, di cui lo ha praticato tanto da poterlo raccontare e le storie di chi ha una fede fortissima. E’ stato bello, triste, a tratti sconcertante, a tratti emozionante. Pieno di sentimento e di allegria. Oggi le storie di lavoro narrato del 2017, le ripropongo come testimonianza delle cose così come sono, senza filtri né sovrastrutture. Piene di verità, amore e fede.

Le storie de La notte del lavoro Narrato le potete trovare qui! Leggete e condividete questi emozionanti atti di fede! Se avete perso le dirette della notte del 28 aprile, potete rivedere la diretta di popFilosofia qui e la diretta di CampaniaTouring qui.

Licenza Creative Commons

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

In libreria: nuove uscite maggio 2017

Festival della filosofia ad Ischia: call for papers in scadenza!

Leave a Response