close
Filosofia per principianti: perché iniziare con un libro?

Filosofia per principianti: perché iniziare con un libro?

Stamattina mi è stato chiesto di indicare un libro di filosofia per chi non conosce la filosofia. Mi diresti un libro che potrei leggere? La filosofia è bella per questo, credo: è di tutti, è per tutti quelli che vogliono conoscere e sapere il mondo. Lo sguardo critico sulla realtà, il giudizio che non limita il vivere le cose che sono, la filosofia è quella cosa senza la quale non si può stare! Così è nata l’idea di questo post: 3 libri di filosofia per principianti! Tre libri di filosofia per chi non conosce ed è alle prime armi, per chi vuole sapere di cosa si tratta senza troppe pretese. Ebbene, la filosofia per principianti esiste. Vi do qualche titolo. Sono libri che ho letto ed uno quarto,c he ho chiamato +uno che non ho ancora letto. L’ho scoperto navigando su internet e dalle recensioni credo sia da leggere! L’ho già messo nel mio carrello dei desideri su Amazon!!

Allora godetevi questa piccola selezione di libri, filosofia per principianti, e principianti di filosofia.

filosofia per principianti

Jostein Gaarder: Il mondo di Sofia

Di romanzi a sfondo filosofico ce ne sono tanti, basti pensare a quelli di Kundera. Questo invece ha qualcosa in più. Non è un libro molto lontano nel tempo: si tratta di un libro pubblicato nel 1991. La protagonista è Sofia, sapienza in greco antico, e forse non poteva essere altrimenti! Sofia è una bambina di 14 anni che comincia, un giorno, per caso, a ricevere delle lettere anonime. Piccole domande esistenziali che le aprono la mente e poi la vita dei filosofi e i loro tentativi, più o meno fortunati di raccontare le cose così come sono. Tutta la filosofia in un’epistola così come facevano in Grecia quando per raccontarsi la filosofia, oltre che il dialogo, la lettera è un mezzo scelto e privilegiato. Tra le pagine due misteri da scoprire: chi invia quelle lettere e perché riceve anche delle cartoline da un militare di stanza in Libano.

 

filosofia per principiantiEpicureo: Lettera sulla felicità

Se i romanzi filosofi non vi appassionano ma le lettere di più allora non potete non iniziare la lettura della filosofia per principianti che con La Lettera sulla felicità di Epicuro. Nota anche come Lettera a Meneceo, è un breve scritto sottoforma epistolare del III secolo a.C. Meneceo è un allievo di Epicuro e vuole imparare i primi precetti della filosofia. Il tono è colloquiale e si adatta perfettamente a chi è digiuno di filosofia. La ricerca della filosofia per principianti non potrebbe che cominciare da questa domanda: cos’è la felicità? Si può raggiungere? Se sì, come? Epicuro risponde disarmando l’interlocutore, sconfiggendo i fantasmi dell’incredulità e della diffidenza, promettendo di mostrare la felicità nella sua semplicità.

 

LEGGI ANCHE 

5 modi per rilassarsi: perché c’entra la filosofia?

 

filosofia per principianti

Voltaire: Trattato sulla tolleranza

La filosofia ha tante piccole sfaccettature Ci sono studi che riguardano l’etica, la morale, la teologia e poi ci sono la gnoseologia, l’epistemologia, l’ontologia. Se ricercate una filosofia per principianti allora, forse, è meglio orientarsi verso la politica. Il Trattato sulla tolleranza l’ho letto in occasione del mio primo esame di Filosofia Politica (quanti bei ricordi!). Accanto a sempreverde Machiavelli c’era lui: Voltaire. Nel ‘700 arrivò a compimento un lungo percorso che aveva avuto origine col giusnaturalismo. Voltaire in questo libro non fa altro che ripercorrere la filosofia e le idee che erano state, decenni prima di John Locke, anche se le cala nel contesto storico e sociale in cui vive: la Francia del ‘700, appunto. Dall’ingiustizia all’inno alla tolleranza religiosa per un testo che ancora oggi ha molto da insegnare.

filosofia per principianti

+uno

Nigel Warburton: Il primo libro di filosofia

Il mio +uno è il libro da acquistare in materia di filosofia per principianti. Non mi ritengo una principiante ma un libro del genere (almeno stando alle recensioni!) è da leggere. Nigel Warburton è un filosofo inglese che con semplicità affronta affronta alcuni temi tipici della riflessione filosofica. Leggo che “un capitolo è dedicato all’esistenza di Dio, un altro alle possibilità della conoscenza, un altro ancora alla democrazia e così via. Con uno stile chiaro e limpido che è tipico della saggistica anglosassone, Warburton riesce a dare un’idea precisa di cosa voglia dire fare filosofia”. Non aggiungo altro. Diventerà un PopSuggeriemnto?

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

Poppettina immersa nella natura

Relax, take it easy!?

Leave a Response