close
Giorno della memoria 2017: libri, giornali, film

Giorno della memoria 2017: libri, giornali, film

Il Giorno della memoria ricorre il 27 gennaio di ogni anno. L’occasione è la commemorazione delle vittime dell’olocausto in seguito alla deriva nazista della prima metà del novecento. Ve ne ho parlato lo scorso anno qui sul blog. Quest’anno ho pensato di cercare le fonti e le testimonianze, ciò che ancora possiamo conservare per non dimenticare. libri, film, interviste e gli scritti inediti sono tutti uscite del 2017 in occasione delle celebrazioni relative al Giorno della memoria.

I LIBRI

La distruzione degli Ebrei d’Europa è la ricerca di Raul Hilberg, cominciata nel lontano 1948 e tuttora in corso. Si basa su un’enorme mole di documentazione degli apparati nazisti; attraverso le sue analisi si viene condotti ad ispezionare la distruzione nei minimi dettagli. La storia che viene raccontata è la fotografia federe dei un’epoca senza precedenti, ancora oggi difficile da immaginare.

Figli di Nazisti è il saggio di Tania Crasnianski, che mette insieme 8 storie di vita dei figli di uomini fedelissimi di Hitler, nati tra il 1927 e il 1944. Padri onnipotenti e infanzia dorata, la loro. Fuori la morte. Conosciuta la verità, diverse sono state le reazioni:  la figlia di Himmler, ha dedicato la propria vita alla riabilitazione della figura paterna; il figlio di Höss, è diventato un fiero negazionista; Rolf Mengele, ha deciso di cambiare il proprio cognome per non tramandare ai figli la vergogna.

Le regole della vita di Janusz Korczak, pedagogo polacco morto con i suoi allievi e la testimonianza di Tedeusz Pankiewicz, autore de Il farmacista del ghetto di Cracovia, sono le ultime opere scritte dalle vittime dalla Shoah. Contro ogni logica di sopravvivenza, decide di rimanere e di tenere aperta la sua bottega, resistendo ai diversi tentativi di sgombero, agli ordini perentori di chiusura e trasferimento.

L’Orsetto di Fred è il tentativo, ben riuscito, di far partecipare al ricordo di questa pagina nera della nostra storia anche chi e nato nel duemila. il testo scritto da Iris Argaman con le illustrazioni di Avi Ofer racconta la storia di Fred, ebreo olandese che fu costretto alla clandestinità. la storia è raccontata da Orsetto che lo accompagna in tutte le sue peregrinazioni, finchè non lo ha donato allo Yad Vashem, il Museo dell’olocausto di Gerusalemme, dove è ancora custodito.

I FILM

Nebbia in agosto Kai Wessel dirige questo film bellissimo ambientato nella gelida Germania degli anni 40. Ernst, il protagonista, orfano di madre, molto intelligente ma disadattato, viene giudicato “ineducabile” e confinato in un’unità psichiatrica. Qui si accorge che alcuni internati vengono uccisi sotto la supervisione del dottor Veithausen. Ernst decide quindi di opporre resistenza, aiutando gli altri pazienti, e pianificando una fuga insieme a Nandl, il suo primo amore.

I GIORNALI 

Su L’Espresso del 15 gennaio 2017, è stata pubblicata l’intervista che Wlodek Goldkorn ha fatto a Niklas Frank,

figlio di Hans, governatore razzista della Polonia, impiccato a Norimberga.

Su Robinson di La Repubblica, di domenica 22 gennaio 2017, è stato pubblicato uno scritto inedito di Zygmunt Bauman, il filosofo recentemente scomparso, dal titolo La nostra memoria. In questo testo inedito, lo scrittore spiega cosa significa ricordare la propria memoria e non tralasciare nulla, in questo bruttissimo gioco che è il dimenticare.

Licenza Creative Commons

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

Poppettina e il volersi bene

La metamorfosi: allegorie e rappresentazioni

Leave a Response