close
Ischia 2016: meditare la mediazione delle relazioni

Ischia 2016: meditare la mediazione delle relazioni

Ischia. Mediazione e relazione. Io e l’altro. Siamo io e te. Solo io e te e poi tanti altri a capire, scoprirci nella dimensione più pura e prossimale a noi stessi. Forse saremo io e te e tante altre persone se solo siamo capaci di capirci nel profondo di praticare noi stessi nell’intimità della relazione personale che ci caratterizza

Se l’isola chiama a raccolta per parlare di Mediazione e Relazione, allora non si può fare altro che rispondere all’invito. Pensare la mediazione, meditare la mediazione e sulla mediazione da raggiungere affinché le relazioni siano funzionali a noi stessi.

LO SAPEVI CHE

Ho seguito alcuni interventi sia nella giornata del 30 che del 1 ottobre e qui e qui potete leggere del live che ho fatto su Facebook e twitter!!

20161001_102825

Una strada vista mare conduce alla Torre Aragonese. Si entra. Si scende lungo un corridoio verde natura. Alberi, giorni. Un prato che affaccia sul mare. Le persone. La Torre. Tre sale. Sala Superiore, Sala Affreschi, Sala Esterna. Due giorni. La filosofia spiegata bene, con vari linguaggi e registri. Semplice e complesso, ammiccante ed estroverso. La filosofia, il castello, la torre è iniziato così tra una conferenza e l’altra, una scala ripida e uno sguardo sul mare. La seconda edizione del Festival internazionale di Ischia è iniziata giovedì 29. La sera presso i giardini La mortella. Massimo Donà: la filosofia spiegata con il linguaggio del corpo e il coinvolgimento delle parole. Poi le giornate alla Torre Aragonese occasione di confronto, incontro, scontro di idee, pensieri, teorie.

 

Parlare per ultima ha un doppio vantaggio: aver avuto la possibilità di ascoltare se non tutti, almeno la maggior parte e soprattutto aver appreso come fa una spugna con l’acqua. Sono state dette tante cose e sopratutto sono state dette bene. Questo non è scontato. Tanto e bene non è un binomio semplice da raggiungere e facile da seguire. Spesso il troppo storpia e rovina qui ha avuto un valore aggiunto: il troppo ha insegnato e bene!

*Permettetemi di ringraziare ancora il Direttore del Festival, Raffaele Morelli e tutta la segreteria organizzativa.

Licenza Creative Commons

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

La filosofia, il castello, la torre. Ischia 2016 – Live2 –

Poppettina e il suo cerchio

Leave a Response