close
Fare la filosofia: qual è il futuro dei bimbi filosofi?

Fare la filosofia: qual è il futuro dei bimbi filosofi?

[Bimbi Filosofi] Fra gli educatori che sono favorevoli ad introdurre la filosofia nell’educazione vi sono alcuni punti di disaccordo che rispecchiano quelli tra i filosofi. Nella scelta fra incoraggiare i bambini ad apprendere la filosofia e a fare la filosofia, insegnati e dirigenti scolastici concordano: la preferenza per la seconda possibilità è pressoché unanime. Molti, però, non hanno ancora capito se gli insegnati devono essere incoraggiati a fare l’una o l’altra cos, o entrambe. A mio avviso la questione è abbastanza chiara: in ambito educativo le prospettive per il pensiero continueranno ad essere alquanto limitate fino a quando gli insegnanti non avranno imparato la filosofia e non avranno imparato a farla.

Era Lipman in Educare al pensiero. Un passo realistico e nello stesso tempo abbastanza secco e irriverente. Senza peli sulla lingua.

Che la filosofia sia importante e che i bambini debbano impararla per poi praticarla anche da adulti sembrano davvero tutti d’accordo. Alla domanda, lo sai cos’è la Philosophy for children? La risposta è no, ovviamente. Spiegata la pratica avuto il consenso! Chi potrebbe mai negare l’importanza del pensiero e della libertà di espressione senza coercizione, la necessità di imparare per esperimento e non per induzione di una regola stabilita come se fosse una legge? Nessuno. O forse pochi ma. credo, che anche questi pochi, potrebbero essere convinti facilmente.

LEGGI ANCHE

Perché per John Deweyi primitivi avevano una marcia in più?

Fare filosofia, dunque, sarebbe molto più fruttuoso che aprire un libro di filosofia ed imparare tutto a memoria. I bambini sarebbero pronti a tutto questo? La risposta di Lipman sembra proprio essere affermativa ma ad una condizione: gli insegnati devono aver imparato a fare filosofia e la filosofia in generale. Se l’atteggiamento filosofico non è l’atteggiamento dell’insegnate, tale atteggiamento non potrà essere quello degli bambini, degli adolescenti, dei ragazzi, degli adulti che nel corso delle varie età della vita, si misureranno con tutto questo.

Dewey

Precisamente un anno fa l’Education Endowment Foundation ha pubblicato un rapporto interessantissimo sull’utilizzo della filosofia nelle scuole. Il rapporto ha dimostrato che insegnare la filosofia ai bambini di 9-10 anni può avere effetti molto positivi sul rendimento scolastico. L’esperimento è stato condotto in 48 scuole del Regno Unito. Qui, per un anno, 3mila bambini sono stati indotti a riflettere e discutere di temi filosofici. Posti in piccoli gruppi, poi in gruppi più grandi, a partire da immgaini o articoli di giornale, hanno cominciato a parlare di Filosofia.

Il risultato? I bambini filosofi hanno imparato più rapidamente a leggere e a scrivere e sono più bravi anche in matematica. I litigi diminuiscono perché tali pratiche ammettono il punto di vista altrui e limitano la chiusura mentale che i bambini e gli ADULTI soffrono in misura sempre maggiore!

 

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

Migliori amici: 5 tratti che ci fanno essere tali

Poppettina e la bottiglia senza tappo…

Leave a Response