close
Le relazioni pericolose. Quando si ama con il fuoco

Le relazioni pericolose. Quando si ama con il fuoco

28 maggio 2016#cultura#libri940Views

Mi vedete mettere in pratica ogni giorno quanto vi dico, e voi dubitate della mia prudenza? Ebbene, ricordatevi il tempo in cui cominciavate a farmi la corte; mai omaggio mi ha lusingato così; vi desideravo già prima di avervi visto. Affascinata dalla vostra fama, mi pareva che solo voi mancaste ancora alla mia gloria. Bruciavo dal desiderio di battermi con voi corpo a corpo. Siete il solo dei miei capricci che mi abbia per un momento fatto perdere il controllo di me. Ma anche se aveste voluto rovinarmi che mezzi avreste trovato? Vane parole che non lasciano nessuna traccia e che la vostra reputazione avrebbe contribuito a rendere dubbie; una serie di fatti inverosimili che, se anche raccontati nei particolari, avrebbero avuto l’aria di un romanzo mal imbastito.. È vero che poi io vi ho rivelato tutti i miei segreti, ma voi sapete quali interessi ci uniscono e, di noi due, non sono certo io a dover essere tacciata di imprudenza. (La Marchesa di Merteuil al Visconte di Valmont – lettera LXXXI)

Il visconte di Valmont è un cinico seduttore menefreghista che ha deciso di intraprendere Le relazioni pericolose, iniziando con il conquistare Madame de Tourvel, casta e pura come la Vergine Maria. Il visconte confida il suo disegno alla marchesa de Merteuil, molto più incline alla sciatteria dei costumi, sua ex amante libertina e poco avvezza alle forme. Come primo compito deve conquistare, prima di Madame de Tourvel, tale Cécile de Volanges, appena uscita di convento, promessa a un uomo di cui, però, la marchesa non vede l’ora di vendicarsi. Non basta amore di Cécile per il giovane Danceny, Valmont si pone tra i due ed è subito la fine.

Non vi svelo nulla più perché ovviamente non finisce. Ci sono gli intrighi, le vendette, le relazioni pericolose. Il dramma romanzato di Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos del 1782, è uno scambio epistolare che descrive la nobiltà francese del diciottesimo secolo, dipingendone i vizi e le virtù. Uno dei primi romanzi letti … e straordinari!

AL CINEMA


La versione più celebre è Le relazioni pericolose diretto nel 1988 da Stephen Frears, con Glenn Close, John Malkovich, Michelle Pfeiffer, nei panni di Madame de Tourvel, Uma Thurman, Cécile de Volanges e Keanu Reeves nei panni del povero Danceny. La sceneggiatura poi fu pubblicata l’anno dopo.

Seguono quelle in ordine cronologico. Roger Vadim, nel 1959 ha diretto Le relazioni pericolose con Gérard Philipe, Jeanne Moreau, Annette Stroyberg, Boris Vian ecc.

Valmont di Milos Forman, con Colin Firth, Annette Bening, Meg Tilly, Fairuza Balk. Film, del 1989, ha ricevuto una nomination all’Oscar.

Cruel Intentions, invece, è una trasposizione molto più recente, 1999. Il film diretto da Roger Kumble, con Ryan Phillippe (Sebastian Valmont), Sarah Michelle Gellar (Kathryn Merteuil) e Reese Witherspoon (Annette Hargrove).

Ed infine nel 2016 Globo, tv brasiliana ha trasmesso la miniserie Ligações Perigosas scritta da Manuel Dias, un’interpretazione riambientata nel Brasile degli anni ’20.
Licenza Creative Commons

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

Perché la bambina di Lampedusa, insegna l’umanità?

La notte dei filosofi: è l’ora della notte dei sentimenti?

Leave a Response