close
In libreria: nuove uscite maggio 2017

In libreria: nuove uscite maggio 2017

Nuove uscite maggio 2017: siete pronti? Questo è il mese in cui si fa la scorta per l’estate! Dovete essere pronti a comprare perchè i titoli di questo mese sono davvero interessanti! Questa, come sempre, è una piccolissima porzione di nuove uscite a maggio 2017. Sono le mie preferenze dalle quarte di copertina ma se voi avete altri gusti, ditemelo pure. Condividiamo il più possibile questa bellissima cosa che è la lettura!

PrendilunaStefano Benni – 11 maggio

QUARTA DI COPERTINA

Una notte in una casa nel bosco, un gatto fantasma affida a Prendiluna, una vecchia maestra in pensione, una Missione da cui dipendono le sorti dell’umanità. Dieci Mici devono essere consegnati a dieci Giusti. È vero o è una allucinazione?

Volevo tacereSándor Márai – 11 maggio

QUARTA DI COPERTINA

«Volevo tacere. Ma il tempo mi ha chiamato e ho capito che non si poteva tacere. In seguito ho anche capito che il silenzio è una risposta, esattamente come la parola e la scrittura. A volte neanche la meno rischiosa». In questo terzo pannello, incompiuto, delle sue memorie (che per anni si credeva disperso) Márai racconta…

La lentezza della luce, Michele Dalai – 16 maggio

QUARTA DI COPERTINA

Cos’hanno in comune Zola Budd che correva a piedi nudi e perse la gara più importante del mondo per una crisi di pianto, Richard Norris Williams, il più grande tennista dei suoi tempi, sopravvissuto al Titanic, che tirava solo all’incrocio delle righe, e la gloriosa Aurora Desio, la squadra di basket che terminò una stagione senza vincere nemmeno una volta? A modo loro sono tutti sconfitti, meravigliosi sconfitti. Poco importa che lo siano diventati per un eccesso di bravura o per l’assoluta mancanza di questa, che il loro dramma, sportivo e a volte anche umano, sia avvenuto durante la finale delle Olimpiadi o nel più marginale dei palazzetti dello sport.

Britt-Marie è stata qui, Fredrik Backman – 16 maggio

QUARTA DI COPERTINA

Britt-Marie ha sessantatré anni, un marito che accudisce con dedizione, una vita da casalinga premurosa con l’ossessione per l’ordine e la pulizia. Ma cosa accadrebbe se scoprisse che il tranquillo Kent la tradisce da anni? Lo lascerebbe. E allora eccola qui, Britt-Marie, sessantatré anni, un po’ in ansia per il futuro e un po’ in preda alla nostalgia per il buon caffè di casa, mentre si registra (come una criminale!) all’ufficio di collocamento…

Il collezionista di conchiglie, Anthony Doerr – 17 maggio

QUARTA DI COPERTINA

«Raccogliere conchiglie – ciascuna uno stupore – conoscerne i nomi, lasciarle cadere nel secchiello: di questo era piena la sua vita, di questo traboccava. Certe mattine, muovendosi per la laguna, provava l’impulso quasi irresistibile di inchinarsi.» Queste sono otto storie fuori dagli schemi, permeate da un velo di magia e tuttavia profondamente ancorate all’umanità, molto reale, dei personaggi che le abitano. Otto storie che danno forma a una mappatura precisa e avvincente dei diversi paesaggi del mondo e dell’anima, all’interno dei quali le emozioni più intense – il lutto, la perdita, la metamorfosi, l’amore – trovano un’eco nella natura.

Licenza Creative Commons

Iryna che rende belle le persone | #lavoronarrato

Festa dei lavoratori: una questione di fede

Leave a Response