close
Oltre l’inverno di Isabel Allende: riscoprire le stagioni della vita

Oltre l’inverno di Isabel Allende: riscoprire le stagioni della vita

13 aprile 2018564Views

“Voleva approfittare di ogni singolo giorno, perchè ormai erano contati e sicuramente erano meno di quelli che lei sperava. Non c’era tempo da perdere”

“Oltre l’inverno” di Isabel Allende è il libro che cercavi. E sai perchè? Perchè troppe volte pensiamo che la vita sia finita, che siamo arrivati alla frutta, come si suol dire, senza tener conto del fatto che un inverno, anche quello della vita, non dura mai in eterno.

Ne sono una dimostrazione i tre protagonisti di questo libro: Lucia Maraz, una matura donna cilena con una vita complicata alle spalle; Richard Bowmaster, professore universitario spigoloso e riservato e Evelyn Ortega, una giovane donna emigrata illegalmente dal Guatemala. Tre vite passate, tre storie e tre destini che si incontrano per caso.

Un giorno, nel pieno della bufera di neve che ha comopletamente immbilizzato Brooklyn, Evelyn tampona Richard con la macchina. Questo incidente, per quanto possa sembrare banale alla prima occhiata, cambierà tutto. Dopo ore ed ore Evelyn bussa alla porta di Richard. Spaventata, confusa, non riesce a parlare, ma i suoi occhi implorano aiuto. In quel momento, altrettanto spaventato e confuso, Richard si rivolge alla sua vicina, Lucia. Da quel momento in poi, un segreto unirà i loro destini e l’avventura avrà inizio. 

Cosa aspettarsi da questo libro? Tutto. C’è l’avventura, c’è il mistero, c’è la storia, ci sono i sentimenti. C’è un’energia così travolgente che, una volta iniziato, vorrai arrivare subito alla fine. Ma non potrai farlo saltando le pagine, sarà necessario scorrerle una dopo l’altra. E ne vale la pensa, sai, perchè la scrittura di Isabel Allende è intensa, affascinante, emozionante e il racconto del passato di Richard, Lucia ed Evelyn apre una finestra su tre mondi così diversi e lontani che arricchisce il romanzo del sapore amaro delle sfide e delle difficoltà che ognuno dei protagonista ha dovuto affrontare nell propria vita, in grado di farti assaporare in modo più profondo il finale quando, prova dopo prova, resistendo anche al gelo dell’inverno, riescono a superarlo, in un modo o nell’altro. Ti sembrerà di leggere tre libri in uno solo e alla fine di conoscere i protagonisti come se fossero persone reali.

Anche in questo libro viene fuori tutta la capacità della scrittrice di raccontare con passione le dinamiche che caratterizzano l’opposizione fra i sessi e quella lotta per incontrarsi in un attimo perfetto d’amore straordinario, incastonato nel fluire degli eventi, che tanto me l’ha fatta amare. La magia dell’incontro, della condivisione, dello scambio. Quel mettere nelle mani dell’altro una parte di noi, sperando che sappia custodirlo e proteggerlo.

“Imparavo finalmente, nel cuore dell’inverno, che c’era in me un’invincibile estate” (Albert Camus)

Una storia di rinascita che ha il gusto dell’inaspettato e che dimostra come è possibile andare “Oltre L’inverno” e vivere una nuova primavera del cuore.

“Hai una sola vita, ma se la vivi bene, è sufficiente. L’unica cosa reale è ora, questo giorno. Cosa aspetti per iniziare a essere felice? Ogni giorno conta.” 

Amo profondamente Isabel Allende e i suoi libri, tanto che li ho letti quasi tutti. Grazie a lei ho iniziato a conoscere la storia del Cile e dell’America Latina e ho imparato ad amare un paese e tutte le sue contraddizioni, passate e presenti.

Io ti consiglio questo libro. Poi, a te la scelta. E buona lettura!

Quella volta in cui sono venuta al nord!

Perché la filosofia dovrebbe diventare più simile alla musica pop | The School of life

Leave a Response