close
Perchè non scegliere i nonni?

Perchè non scegliere i nonni?

I nonni, si dice, mantengono in piedi l’economia italiana. Sorreggono la faticosa ascesa verso il trenta del mese alleggerendo non di poco il peso della salta a quei figli che, rei di volersi sposare e di costruire una famiglia, si trovano in difficoltà. Ed allora l’esercito dei nonni è pronto ad intervenire sopperendo alle mancanze di questi genitori indaffarati prendendo i nipoti da scuola, il pranzo, la merenda, il calcetto, la scuola di danza, la ginnastica, equitazione e poi la cena per le nuore/figlie che tornando darti a casa, non possano preparare laute cene per la famiglia.

Dimenticate tutta questa mielosità. In questi gironi di nonni se ne parla ma senza retorica. I nonni sono quelli che vengono abbandonati durante le feste di Natale, ci si dimentica di loro in virtù dei troppi impegni e delle settimane bianche con  amici o presunti tali. Uno spot ha denunciato il tutto. Una nota catena di supermercati tedesca, Edeka, ha raccontato la triste storia di un nonno solo.

E’ natale e in segreteria arrivano i messaggi dei figli che, presi da mille impegni, comunicano che per Natale non potranno fargli visita. I giorni passano. Una lettera che annuncia la sua morte arriva tra le mani dei figli che, sconvolti, si ritrovano nella casa del padre. Entrano. È tutto pronto per la cena di Natale. Il nonno compare e il Natale ha inizio. Nessun funerale ma solo il tentativo, riuscito, di attirare l’attenzione dei cari che, purtroppo, solo alla notizia della morte del loro padre, sono stati pronti a lasciare le loro vite per correre da lui. Non lasciate soli gli anziani è il motto dello spot che sta facendo il giro della rete.

I nonni, queste stelle! Ad avercene per sempre di nonni, eppure sono i primi ad andarsene e i primi a lasciare nei cuori dei bambini un dolce ricordo. La difficoltà di radunare i figli intorno ad un tavolo è l’espressione del gesto di disperazione. Fingersi morto per non morire, lì, da solo.

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

Leggere l’amore e dell’amore: 3 idee vincenti

Perchè una parola è intraducibile?

Leave a Response