close
Piccola filosofia della felicità: monaci busshisti e signori del té!

Piccola filosofia della felicità: monaci busshisti e signori del té!

Quante volte ci torna in mente quella cosa che vorremo cambiare della nostra vita?

Quante volte ci torna in mente quel difetto che ci vediamo addosso e che da tempo cerchiamo disperatamente di cambiare?

Quante volte ci torna in mente quel tratto caratteriale che se solo non avessimo, ci cambierebbe interamente il modo di vivere il nostro rapporto con gli altri?

SUL TEMA Piccola filosofia della felicità LEGGI ANCHE 

Perché la felicità è nelle piccole cose?

Quell´aspetto della nostra vita, quel difetto fisico, quel tratto caratteriale. E´ proprio questo il nostro problema ed é solo dopo averlo eliminato che potremmo finalmente essere soddifatti e felici di noi stessi.

Ci ostiniamo a pensarci, a cercare soluzioni in ogni dove e in ogni come, a pensare che in qualche modo un giorno questa parte di noi sará cambiata e, allora lì, il nostro io migliore ci fará finalmente vivere felici senza una preoccupazione che ci gravi addosso.

Un monaco buddhista o forse anche semplicemente il venditore di té sotto casa, cosa ci risponderebbe?

“Il problema non é ció che tu individui come problema, ma é proprio il tentativo stesso di risolverlo. É la tua ricerca. Non c’é problema in te che veramente possa renderti insoddisfatto. Ció che ti rende insoddisfatto é la tua convinzione di avere qualcosa di sbagliato. Quando smetterai di cercare, di accanirti e capirai che quel che credi essere il problema, in realtá é la tua perfezione, la tua “natura del buddha”, allora sarai felice. 

SUL TEMA Piccola filosofia della felicità LEGGI ANCHE 

5 verbi per essere felici!

Il monaco, o come detto, il forse ancor piú saggio venditore di té ci direbbe:

Ho scoperto che gli occhi sono orizzontali ed il naso verticale. Ora sono felice.

Non c´é bisogno di cercare, ma solo di trovare ed essere pienamente consapevoli di ció che giá abbiamo.

Immigrazione e responsabilità: Dove nessuno è innocente di Mauro Bortone

3 buoni motivi per cui le passioni sono importanti!

Leave a Response