close
Rugbyste di Oxford: perchè il nudo?

Rugbyste di Oxford: perchè il nudo?

21 novembre 2015#cultura1898Views

Le Rugbyste di Oxford scendono in campo nude fidando il freddo e i pregiudizi. Tutto è concesso per una nobile causa e così le ragazze del rugby di Oxford si sono fatte immortalare senza divisa per aiutare chi soffre di disturbi alimentari. Sono sempre in numero maggiore le persone che ogni anno cadono nel vortice dell’obesità, della bulimia, dell’anoressia, disturbi alimentari difficili da affrontare per le persone in questione e per le loro famiglie. Oggi tra i ragazzi c’è maggiore consapevolezza del proprio corpo e del proprio fisico ma l’attenzione all’alimentazione non  mai troppa e soprattutto non sempre è ai massimi livelli.

Le Rugbyste hanno deciso di metterci tutto il loro corpo e di posare per una campagna seria che sensibilizza l’opinione pubblica su questo problema. E così, a meno di un mese dal grande incontro che contrapporrà Oxford a Cambridge nel Variety Match, la squadra femminile di rugby dell’Università di Oxford posa per un calendario senza veli. “Per promuovere l’immagine positiva della donna e la bellezza del corpo atletico”, scrivono le Rugbyste in occasione della presentazione del loro dodici mesi. Parte del ricavato dalle vendite del calendario, sarà devoluto all’associazione Beat, che si occupa di disturbi dell’alimentazione.

Non è la prima volta. Le ragazze di Oxford, due anni fa, posarono nude per l’associazione “Mind your Head”, impegnata nella cura dei disturbi mentali, dimostrando ancora una volta la loro volontà di essere sempre in prima linea quando si tratta di scuotere gli animi e le menti. Belle nella loro femminilità curvilinea, con i muscoli ben in evidenza a dimostrare che sano non solo è bello ma soprattutto è forte! Un bel messaggio soprattutto per le giovani ragazze deviate dalla troppa magrezza proposta nelle pubblicità e sui social.

Scarpe, calzini e nient’altro. Le Rugbyste impegnate nelle posizioni tipiche: dal placcaggio alla mischia. Le atlete raccontano che “lo shooting è stata un’esperienza divertente per tutta la squadra e il fatto di fare qualcosa tutte insieme per il nostro club e la raccolta fondi ci ha dato coraggio per affrontare nude un freddo pomeriggio di ottobre”.

La sessione fotografica è stata lunga perché volevamo che le posizioni del rugby fossero perfette sotto il profilo tecnico.

Per acquistare il calendario basta andare sul sito www.ourfcwomensnakedcalendar.com, mentre la diretta della partita che si disputerà a dicembre sarà disponibile su thevarsitymatch.com.

Le foto sono tratte da Pinterest “The Women of Oxford University Rugby Football Club”, pubblicate da Huffingtonpost.

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

Bellezza divina: esiste la filosofia del credo?

Perchè odio tanto il lunedì?

Leave a Response