close
Se questo non è amore: Jane Eyre e la sua storia

Se questo non è amore: Jane Eyre e la sua storia

Se credi nell’amore, questo è il libro giusto per te. Se credi all’amore che resiste a tempo e spazio, che resiste alle convenzioni sociali e ai pregiudizi familiari, che resiste alla delusione, alla malattia, che sfida la morte, allora questo è il libro giusto per te. Perchè?! Bene, questo lo scoprirai piano piano, leggendolo. Così come ho fatto io.

Jane ha avuto un’infanzia difficile. Rimasta orfana prima della madre e poi dell’amato padre, disprezzata dalla zia, vessata dal cugino, con coraggio riesce a trovare la via del riscatto e a vincere la povertà e le privazioni subite da bambina, trovando lavoro come istitutrice presso la casa di un ricco gentiluomo. Quando arriva Jane è spaventata, non sa cosa le aspetta, non immagina che sta per cambiarle la vita.

Il Signor Rochester è il padrone di casa. Un uomo rude, scontroso, a volte addirittura sgarbato. Un uomo enigmatico, dagli occhi profondi che la scrutano, la studiano, la penetrano, fino ad amarla. All’inizio Jane ed il Signor Rochester sembrano non capirsi, lontani per stato sociale, età, background culturale, ma pian piano, in silenzio, tra un diverbio e l’altro, nasce un sentimento così profondo che i due, dichiaratosi innamorati, decidono di sposarsi.

Non può essere ch’io abbia tanta felicità, dopo tanto dolore. È un sogno; un sogno di quelli che ho fatto spesso, di notte, immaginandomi di stringerla ancora una volta sul mio cuore, come faccio ora; credendo di baciarla e sentendo che mi amava e che non mi avrebbe lasciato mai.

Ma non tutto è oro ciò che luccica! E il destino sà bene come giocare con la vita di Jane Eyre. Il Signor Rochester nasconde infatti un segreto. Jane è disperata. Sola, Abbandonata. Delusa. Scappa via, si spoglia presto di quel sogno che sembrava aver realizzato. Girovaga, cammina per ore, dorme sotto la pioggia, si ammala. Viene salvata e accolta in casa di un ecclesiastico, St. John Rivers, e delle sue due sorelle. Quando viene a sapere di una grossa eredità ricevuta da un vecchio zio, la divide con loro. St. John le propone di sposarlo e di andare in missione in India con lui, ma Jane rifiuta, non vuole quella vita. Lei ama il Signor Rochester. Non può. dimenticarlo. Non ci riesce. L’amore sopravvive a tutto. E allora, scappa di nuovo. Decide di andarlo a cercare, sperando di non essere stata dimenticata, ancora convinta dell’amore che prova per lui.

LE FOTO DELLE LETTURE DI JANE EYRE TRATTE DA INSTAGRAM

Lo amavo tanto, più di quanto io stessa potessi ammettere, più di quanto potessi esprimere a parole.

Jane ritroverà il Signor Rochester?! E lui, l’avrà aspettata o avrà vissuto il resto della sua vita come se lei non ci fosse più nel suo cuore?! Per scoprirlo non ti resta che leggere il libro.

Intenso, appassionante, sorprendente. Quando ho scelto di leggerlo ero un po’ perplessa: scritto nel lontano 1847 pensavo che potesse essere ostico alla lettura, di difficile comprensione. Ma ho dovuto ricredermi. Ogni pagina scorre, non ci sono passaggi complessi, anzi, ogni descrizione è avvolgente e in grado di farti sentire protagonista di quella storia.

A questo punto, non posso che consigliartelo. Perchè è una storia drammatica nel suo genere, ma capace di lasciarti dentro un sogno. Ma non potrai scoprirlo se non arrivi alle ultime pagine. E anche quando arriverai alla fine, questo è un libro che non ti deluderà, perchè non ritroverai nella storia un amore tanto grande e forte e non potrai che desiderare di incontrarlo nella tua vita. A me è capitato così. E spero possa accadere anche per te.

Licenza Creative Commons

Il segreto per una buona relazione

L’ultimo tuffo di Tania Cagnotto!

Leave a Response