close
Shonda Rhimes: perchè dire sempre sì?

Shonda Rhimes: perchè dire sempre sì?

Shonda Rhimes è quella che ha fatto morire Derek, il dottor Stranamore di Grey’s Anatomy, è quella che ha fatto allontanare Cristina da Meredith ed è sempre lei quella che ha fatto morire Izzy. Shonda Rhimes è potente. Ha ideato 3 serie televisive che hanno cambiato il modo di vedere le cose. Ricordate di “tu sei la mia persona” che Cristina e Meredith si scambiano vicendevolmente? Ebbene, le cose che Shonda aveva paura di dire, era Cristina a dirle. Non a caso, quella ricerca della sua persona che ha animato ed anima, ancora, la serie cult, non è ancora finita, o forse sì?

Shonda Rhimes

Ha creato personaggi che hanno testimoniato il cambiamento dell’era Obama, e quando tra decenni i nostri figli studieranno gli anni 2000, potremo dire, oltre allo straziante quanto vero “io c’ero”, Grey’s Anatomy, Scandal e Regole del delitto perfetto sono riprova di quanto è accaduto. Tifa Hillary Clinton, era una secchiona ed era grassa. Ora è magra e cresce 3 figlie da sola. L’eroina del nostro tempo ha un volto ed ora molti chili in meno.

Ha pubblicato un libroL’anno del sì – Non avere paura, vivi con gioia e diventa la tua persona, in Italia edito da Rizzoli, che è un po’ autobiografia, un po’ manuale, un po’ backstage di cose della tv. Lei è una che non dice mai di sì, e questo glielo fa notare la sorella e da quel momento decide che è arrivata l’ora di capire un po’di più di sè e delle sua vita, di analizzare il suo di personaggio. Così racconta, che per un anno ha deciso di dire sempre di sì, affrontando paure, incomprensioni, conflitti interiori e chi più ne ha più ne metta, dicendo sempre ed esclusivamente DI SI’! Ecco che la ricerca della sua persona è stata compiuta ed al termine di questa analisi, poi messa nero sul bianco, Cristina Yang è stata allontanata perchè ormai, il percorso era terminato.
VanityFair ha intervistato Shonda Rhimes reduce dal suo anno del sì. Ho isolato alcune dichiarazioni belle e forti allo stesso tempo perchè Shonda è come le sue eroine: bella e forte, basti pensare alla stessa Cristina Yang, ma anche Olivia Pope di Scandal e Annalise Keating delleRegole del delitto perfetto.

«L’unico modo per ottenere dei risultati è lavorare. Se qualcosa ti ferma, vai avanti lo stesso».

Le regole ferree di Shonda Rhimes impongono il rientro a casa alle sei, niente telefonate o email dopo le sette, “perché nulla è cosi urgente che non possa aspettare il giorno dopo”, racconta. “Non solo -continua- ho scoperto che se a certe mail si aspetta a rispondere, i problemi si risolvono o si dissolvono da soli”. Dal Workaholic si può guarire, quindi ma se “gli uomini in un certo senso lo sono da sempre, perché hanno anche spesso usato il lavoro come via di fuga da casa”, per le donne è diverso, spiega perchè “giocano a rimpiattino con sensi di colpa”. In Grey’s Anatomy, la Bailey è una donna in carriera con famiglia, felice di questa sua condizione, mentre la Yang è una donna in carriera che non ha intenzione di sposarsi. Non ci sono, non ci dovrebbero essere classifiche, non ci sono o non ci dovrebbero essere giudizi su questo tipo di scelte».

L’hanno del sì ha cambiato la sua vita per sempre, ha fatto pulizia delle amicizie interessate e dato spazio a quelle disinteressate. Ora l’eroina Shonda è una donna felice con le tre figlia (la prima adottata dopo l’11 settembre 2001, non a caso).  Una scelta ripetuta altre tre volte perchè quando un bambino entra in casa è una gioia. Ed allora stare così tanto bene con se stessi, conoscersi fino in fondo, ha aiutato a modificare se stessa ed i suoi personaggi anche se la morte di Derek l’avremo, tutte, ampiamente evitata. La sua persona è se stessa perchè delegare la propria persona a qualcun altro è un grosso, grasso errore ed allora siamo tutte persone di noi stessi perchè poi a conti fatti questa è la filosofia di vita, spicciola e popolare da seguire.

Per le foto, grazie a: Grey’s Anatomy-ItaliaScandal Official e Regole per un delitto perfetto_

Licenza Creative Commons
Shonda Rhimes: perchè dire sempre sì?  è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

Pasqua: perchè ho trovato una sorpresa-pacco?

Ragazza bassa: perchè sono affetta da tappitudine?

Leave a Response