close
Spencer Tunick: tutto quello che dice vuol dire tutto?

Spencer Tunick: tutto quello che dice vuol dire tutto?

18 luglio 2016#storie947Views

Un giro su Google e vedi chi ti trovo! Spencer Tunick un genio! Se non lo conoscete ancora, vi invito a visitare il suo sito. Provocatore, artista, visionario, intelligente. Le sue installazioni sono bellissime. L’arte attraverso l’utilizzo di corpi reali, di persone reali che fanno arte semplicemente esprimendo la loro corporeità.

Ultima forma espressa è quella a Cleveland, negli Stati Uniti. In occasione di una convention repubblicana, un gruppo di cento donne nude hanno accolto il leader dei repubblicani, Donal Trump. In posa, hanno dato il benvenuto ad un personaggio controverso e al centro dell’attenzione dei media da anni, ma soprattutto negli ultimi mesi. La scelta di candidarsi alle elezioni presidenziali negli Stati Uniti ha, forse, dato modo a chi ancora non lo conoscesse bene (vedi me!), di approfondire le sue idee discutibili o no riguardo certi temi controversi come l’immigrazione e l’accoglienza, il razzismo e la difficoltà di incisione nella nostra società. Everything She Says Means Everything (Tutto quello che dice vuol dire tutto) è il titolo dell’illustrazione ed un video esplicativo lo potete vedere qui.

L’opera dal chiaro significato politico e sociale ha un senso profondissimo. Nell’immagine, i soggetti reggono uno specchio di forma circolare e spiega Tunick, questo serve “per indicare che le donne sono l’incarnazione della natura, del sole, del cielo e della terra”. Ed aggiunge: “bisogna fare affidamento sulla forza, sull’intuizione e sulla saggezza delle donne progressiste e illuminate”. Un modo efficace e d’impatto per far riflettere in primis Trump su certi commenti poco edificanti sulle donne, ad esempio.

Spencer Tunick

L’artista ha spiegato così il senso dell’illustrazione: “l’opera – ha detto – è pensata per le mie figlie, per il loro futuro: devono crescere in una società senza odio, con meno violenza e più opportunità per le donne”.

Basterà?

Sul sito di Repubblica troverete la galleria completa di foto.

Tags:#storie
Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

Anna Karenina: l’amore e la vita per l’amore

Poppettina e i soffi di creatività

Leave a Response