close
Su Instagram il primo grande scaffale di libri digitali

Su Instagram il primo grande scaffale di libri digitali

28 agosto 201883Views

Con la New York Public Library Alice nel paese delle meraviglie è la prima Insta novel.

Era scontato che il digitale avrebbe portato ad una grande, grandissima evoluzione: nei costumi ma soprattutto negli usi. Quello che forse è un po’ meno scontato è che questa evoluzione (che ha dentro di sé una grande rivoluzione), coinvolgesse anche i libri in digitale su Instagram.  La proposta geniale della Biblioteca pubblica di New York di utilizzare Instagram per portare la versione digitale dei classici ad un pubblico sempre più vasto, ha in sé qualcosa di speciale.  

Il profilo instagram di @nypl

Grazie alla consulenza creativa di Mother, agenzia indipendente, è stato sviluppato il progetto Insta Novels. La funzione “Storie” della piattaforma del social media, mostra le immagini per un tempo limitato prima che scompaiano e l’immagine successiva venga visualizzata. Pochissimi secondi per vedere immagini, video, leggere aforismi, piccole condivisioni di tutti i giorni e da oggi anche i romanzi.

Il 22 agosto è stata caricato Alice nel Paese delle Meraviglie, in due parti. Il romanzo è visibile, in due parti alternato da animazioni a tema, sul profilo Instagram della Biblioteca Pubblica di New York.

Le 4 caratteristiche che nascono digitale e creatività

Alice nel Paese delle Meraviglie è solo il primo libro in digitale. Presto arriverà il secondo: Le Metamorfosi di Franz Kafka illustrata da César Pelizer (@cesarpelizer). In attesa, ho isolato quattro caratteristiche che ci faranno amare davvero la nuova biblioteca digitale!

L’animazione che anticipa la prossima uscita: Le metamorfosi di Kafka @nypl

Highlights: il libro per più di 24 ore

Le stories durano 24 ore: dopotutto sono nate proprio per catturare momenti, condividere attimi che durano davvero poco se pensiamo glia anni che raccontano i feed dei social. Per ovviare al fattore tempo, i creatori hanno pensato di trasformare la funzione Highlights in una vera e propria libreria digitale; in questo modo gli utenti possono accedere ai libri in qualsiasi momento.

L’impaginazione

Chi ha pensato al progetto non ha tralasciato neppure un particolare. Il testo del libro è presentato su uno sfondo bianco caldo in un font Georgia, scelto per rendere omaggio alla parola scritta sia in stampa che in digitale poiché era uno dei primi caratteri utilizzati per rendere più facili da leggere gli scritti più lunghi su schermi digitali.

Con questa animazione è stata presentata la prima uscita: Alice nel Paese delle Meraviglie @nypl

Animazioni e Illustrazioni

Magoz ha firmato entrambe per un lavoro davvero eccellente. Le illustrazioni sono state aggiunte al libro in digitale per creare un’esperienza unica: il lettore attraverso il Paese delle Meraviglie! Il libro inizia con un video grafico animato che presenta un’immagine astratta di Alice composta da blocchi di colore circolari per rappresentare il suo abito blu e i capelli gialli.

Cerchi concentrici e altre forme, inclusi cuori, quadri e fiori, si allargano verso di lei, dando l’impressione che Alice si muova attraverso un buco. La prima pagina di ogni capitolo include un’immagine di questa animazione.

La funzione di cambio pagina

Altra novità assoluta è in basso a destra. Una serratura stilizzata, se premuta, permette ai lettori di mantenere la pagina e se lasciata, fa scorrere la successiva.

Oltre la creatività del progetto, è molto interessante come per la prima volta un social si sia messo a completa disposizione del libro. Ogni singolo “limite” delle stories diventa un’opportunità per creare qualcosa di simile ma diverso, per rendere la lettura scorrevole e soprattutto senza interruzioni. L’idea è geniale. Sa di novità, di aria fresca, di evoluzione sistematica e non banale. Chissà che ritrovare il piacere della lettura non passi anche dalle insta novels! 

Anita

Anita

Content Specialist e specialista nel complicarmi i pensieri come solo le persone che gettano avanti il cuore in ogni cosa che fanno, sanno esserlo. Il Blog è il mio esercizio quotidiano per curare me stessa, per non perdermi, per essere sempre presente.

Cosa fare con i libri vecchi? 5 modi alternativi per disfarsene

Studiare filosofia: da dove inizio?

Leave a Response