close
TEDed.: il prof Sugata Mitra e la questione apprendimento

TEDed.: il prof Sugata Mitra e la questione apprendimento

Ci sono paesi al mondo, in ogni paese, in cui, per varie ragioni, le buone scuole non posso essere costruite e i buoni maestri non possono o non vogliono andare

Eppure quei posti in cui gli insegnanti non vogliono andare, sono i posti che più di altri, avrebbero bisogno del loro intervento. Il prof Sugata Mitra è uno scienziato dell’educazione e durante una Conferenza per la TED Educational ha esposto i suoi esperiti per dimostra che l’apprendimento è un concetto vivo!

Il primo passo è stato nel 1999 quando a New Dehli ha murato un computer in uno slum. I bambini a malapena andavano a scuola, non conoscenza l’inglese e non avevano mai visto un pc e non sapevano cosa fosse internet.

  • PRIMA FASE

PRIMO ESPERIMENTO 

Una bambina di otto anni, alla destra, insegna ad una bambina di sei anni a navigare su internet.

In India, nel villaggio del Rajasthan, un ragazzo insieme ad altri, sta registrando la propria musica. Lo hanno fatto in 4 ore dopo aver visto un computer per la prima volta.

In un altro villaggio, nel sud dell’India questi ragazzi hanno assemblato una videocamera e hanno provato a fotografare uno di loro.

RISULTATO

i bambini possono imparare da soli ad usare il computer ed internet indipendentemente da chi fossero e da dove si trovassero.

SECONDO ESPERIMENTO – cosa posso fare i bambini con un PC?

2002. A Hyderabd, India, i bambini parlano l’inglese con un forte accento Telegu. Gli è stato dato loro un computer con un’interfaccia vocale e gli è stato chiesto di parlare al computer. Questi ha cominciato a tradurre cose senza senso. E’ stato lasciato lì per due mesi: lo scopo per i bambini era farsi capire! Dopo due mesi l’accento era cambiato ed era molto simile all’accento dell’inglese naturale e sono riusciti a farlo da soli.

RISULTATO

In tutta l’India, nel giro di due anni, i bambini avevano imparato a dare i compiti da casa con Google. gli insegnanti hanno registrato uno straordinario miglioramento dell’inglese. Dopo 4 anni, i bambini potevano navigare in internet per raggiungere obiettivi di conoscenza


Se c’è tutto su google perchè immagazzinarlo in testa!

  • SECONDA FASE

Nel 2006 a Newcastle il professor Sugata Mitra si pose un’obiettivo: i bambini di 12 anni che parlano Tamil possono insegnarsi da soli la biologia in inglese? Le loro conoscenze iniziali erano pari a zero. Ha fornito loro i materiali ed è tornato per una verifica ma presero di nuovo zero. Allora convocò 26 bambini. Li lasciò soli con un computer che conteneva tante cose molto difficili ed andò via. Dopo due mesi tornò ed i bambini dissero che non avevano capito nulla nonostante ci avessero lavorato per tanto tempo. Tutti, tranne una bambina che si alzò in piedi e disse:

A parte il fatto che che la replicazione impropria delle molecole di DNA genera malattie genetiche, non abbiamo capito nulla!

Dopo tre anni di apprendimento, l’esperimento si è potuto dire concluso. I ragazzi avevano raggiunto il 30% di livello di apprendimento che è un risultato già altissimo considerato il contesto ma non era abbastanza! Per due mesi il prof Mitra, ha chiesto ad una bambina non de gruppo sperimentale, di seguire quel gruppo di bambini e di incitarli a conoscere e a farsi spiegare ogni cosa che vedevano e che avesse a che fare con la biologia e la tecnologia. Il risultato fu un aumento dal 30 al 50%. Si trattava dello stesso punteggio di apprendimento delle scuole de élite di New Dehli con un insegnante espero di biotecnologia.

  • TERZA FASE

Il prof Mitra andò a Gateshead. Le condizioni, come potete vedere in foto, sono diverse. Qui prese 32 bambini e li divise in 4 gruppi con un computer a disposizione per gruppo. Dovevano rispondere a 6 domande del testo GCSE. Il gruppo migliore rispose alle domande in 20 minuti, il peggiore in 46 minuti usando tutti i siti possibili con un punteggio medio del 76%.

Dopo due mesi tornò e propose ai bambini un test su carta senza gruppi ne PC. Il punteggio medio fu 76%. I bambini richiamavano il contenuto fotografico perchè ne avevano discusso insieme. un bambino solo al PC non lo farà.

Dal PC nel muro fino ad ora le cose sono cambiate. Oggi il prof Sugata Mitra ha studiato insieme al suo team le SOLEs ovvero gli ambienti di apprendimento autorganizzazione. Gli ambienti sono studiati in modo che i bambini possono sedersi di fronte a grandi schermi con potenti reti di connessione ma in gruppo. Se vogliono possono chiamare la loro Granny Cloud ovvero un personam adulta che possa motivarli nella ricerca.

Quello che è stato costruito è un sistema auto-organizzante in cui vi è una struttura senza che vi sia supporto esterno. Tale sistema  inizia a far cose anche se non esplicitamente richiesto. “L’istruzione – spiega il prof Sugata Mitra – è un sistema auto-organizzante all’interno del quale l’apprendimento è un fenomeno emergente“. Intanto abbiamo un modello matematico a cui fare riferimento!

Licenza Creative Commons

Poppettina dipinge e colora la sua luna!

Filochef: quei matti dei filosofi a tavola!

Leave a Response