close
Tutto può succedere (tra di noi)!

Tutto può succedere (tra di noi)!

19 marzo 20161294Views


Qualunque cosa tu stia facendo, in qualunque posto tu voglia andare, qualsiasi direzione tu voglia prendere, tutto può succedere. Ma può succedere di tutto: tipo che tua figlia si fa i capelli blu, che decida, pur di non perdere un’amica, di fingersi lesbica, che non riesca a a dire “ti amo”, può capitare che tuo figlio sia malato ma la forza tu la trovi e combatti con chiunque decida, in quel momento di starti vicino. Può anche capitare, ad esempio, che tuo matito ti tradisca in barba a quarant’anni di matrimonio, che tu non riesca a d avere un figlio né un lavoro, che invece poi un figlio arriva a chi non lo desidera ma lo accoglie con gioia oppure, ancora, puà capitare che un figlio te lo ritrovi a cinque anni e lì, cambia la vita.

Tutto può succedere, rifacimento (forse troppo) della serie americana Parethood, creata da Jason Katims e trasmessa sulla NBC per sei stagioni, a sua volta ispirata dal film Parenti, amici e tanti guai di Ron Howard, è la fiction Rai che più si avvicina a quel genere di serie americane che piacciono a quelli della mia età, perchè sono, veloci, ritmate, forti ed esilaranti. Ti strappano un sorriso semiserio e una lacrima semiseria. Sono quelle serie tv che rivedresti presto, di nuovo.

La famiglia Ferraro conta 4 fratelli, 2 maschi e 2 femmine, una coppia di genitori, 6 nipoti. Ruota tutto intorno a loro senza amici degli amici, gente estranea che entra nella storia. Nudo e crudo. Sono le loro storie che vengono raccontate: dalla normalità di una famiglia sconvolta (Alessandro), alla normalità di una famiglia che vorrebbe tanto esserlo (Giulia), con la normalità di una famiglia che forse non si troverà mai (Sara), fino ad arrivare alla quella normalità colorata che fa tanto famiglia 2.0 (Carlo). Ma poi cos’è la normalità? Chi stabilisce i criteri, i canoni, le linee di demarcazione? Quali sono le cose per cui diciamo che una famiglia è normale ed un’altra non lo è? 

La risposta è nessuno e nessuno dovrà rimanere.

Le puntate potrete vederle sul sito www.tuttopuòsuccedere.rai.it

Cast:  Pietro Sermonti, Maya Sansa, Ana Caterina Morariu, Alessandro Tiberi, Camilla Filippi, Licia Maglietta e Giorgio Colangeli.

Foto grazie a: tuttopuòsuccedere_fanpage

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

Perchè credo all’oroscopo del giorno?

Vittime innocenti di mafie. Perchè non va dimenticato nulla

1 Comment

Leave a Response