close
Un anno in foto. ciò che ricorderemo del 2016

Un anno in foto. ciò che ricorderemo del 2016

29 dicembre 2016#storieriflessioni681Views

Un anno in foto è il mio modo per ricordare questo anno tormentato e ricco di fatti che ormai sono già storia! Ho scelto 16 immagini, simbolo di 16 eventi. Qualcuno bello, qualcun altro meno, eppure è la nostra storia che ogni giorno si ripropone con i fatti e con le parole. Godetevi questa gallery!


Giulio Regeni

E’ il 25 gennaio e il volto di un ricercatore italiano di 28 anni entra nelle nostre case. Giulio Regeni muore al Cairo durante una manifestazione di piazza contro il governo egiziano. Il suo corpo mutilato e torturato è stato ritrovato qualche giorno dopo. Tensioni diplomatiche tra Italia ed Egitto, disordini e manifestazioni in tutta Italia non hanno ancora portato alla verità sulla fine del ragazzo.

Le ragazze morte in Catalogna

E’ il 20 marzo quando altre sette ragazze richiamano l’attenzione. Sono sette ragazze italiane in Erasmus in Spagna. Rimangono uccise in un incidente stradale durante un viaggio in pullman di ritorno da una festa. Il dolore è unanime. I morti sono 13.

Obama a Cuba

Il 21 marzo Barack Obama arriva a Cuba. E’ il primo presidente degli Stati Uniti nell’isola dal 1928 e soprattutto dopo decenni di gelo tra i due Paesi. L’incontro con Raul Castro. La festa e la gioia dopo che anche Papa Francesco era andato a Cuba ed in quella occasione aveva incontrato il patriarca Kyrill.

Attentati: Bruxelles, Nizza, Monaco, Berlino

Il 22 marzo a Bruxelles na serie di attacchi terroristici portano la paura in Europa. L’aeroporto di Zaventem, la metropolitana. Trentadue morti e centinaia di feriti

Il 14 luglio a Nizza, mentre migliaia di persone passeggiano sulla Promenade des Anglais, nel giorno della festa nazionale francese, un attentatore ha lanciato sulla folla un tir a tutta velocità. 86 morti, tra cui 6 italiani. Oltre 300 i feriti.

Il 22 luglio a Monaco di Baviera un attentatore 18enne ha ucciso 9 persone in un centro commerciale. Due giorni dopo un kamikaze ad Ansbach ha ferito 11 persone. Il 26 luglio un prete francese, padre Hamel, è stato sgozzato nella sua chiesa a Rouen.

Il 19 dicembre a Berlino un altro tir lanciato a tutta velocità si è schiantato su un mercatino natalizio. 12 morti (tra cui una ragazza italiana) e quasi 50 feriti.

Unioni civili 

E’ l’11 maggio quando la Camera approva, in via definitiva, la legge sulle Unioni civili dopo una lunga battaglia parlamentare, politica e di costume.

Sul blog ho scritto, Unioni civili: perchè la fiducia?

Le donne sindaco

E’ il 5 giugno quando il Momento 5 Stelle vince i comuni di Roma e Torino alle elezioni comunali. Virginia Raggi è il nuovo Sindaco dirama, non senza molte difficoltà mentre il sindaco di Torino è Chiara Appendino.

La strage di Orlando

Il 12 giugno un killer ha ucciso 50 persone al Pulse, un locale gay di Orlando, in Florida. L’uomo aveva appena dichiarato fedeltà all’Isis e odio omosessuale.

Sul blog ho scritto, Strage di orlando: Il perchè senza risposta

Brexit 

E’ il 23 giugno quando la Gran Bretagna ha votato di lasciare l’Unione europea. La Brexit ha vinto con il 51,9%. Il premier David Cameron, che aveva sostenuto il Remain, si è dimesso. A luglio a Downing Street si è insediata Theresa May.

Disastro ferroviario in Puglia 

La dura estate italiana inizia con un disastro ferroviario in Puglia, il 12 luglio. Due treni si schiantano tra Andria e Corato, in un tratto ferroviario a binario unico. Bilancio 23 morti e più di 50 feriti.

Sisma in centro Italia

E’ la notte del 24 agosto quando una violenta scossa di terremoto, di magnitudo 6.0, devasta il centro Italia. Quasi trecento i morti e interi paesi sbriciolati. Il 26 ottobre si registrano ancora due forti scosse. Il 30 ottobre un’altra scossa in Umbria, con il crollo della chiesa di San Benedetto a Norcia

Sul blog ho scritto, Terremoto in centro Italia: il cuore oltre la paura e Crollo della Basilica di San Benedetto: il significato 

Trump alla casa bianca 

Dopo una campagna elettorale infuocata, una corsa all’ultimo respiro, l’8 novembre Donald Trump vince le elezioni negli Stati Uniti, succedendo a Barack Obama.

Riforma costituzionale

Il 4 dicembre l’Italia sceglie di non cambiare i quattro punti della riforma costituzionale. Il No vince con 59,7% e il primo ministro Matteo Renzi si è dimesso. Dopo rapide consultazioni, il Capo dello Stato Mattarella ha dato l’incarico a Paolo Gentiloni.

Siria

Sei anni di guerra in Siria. A dicembre le truppe fedeli a Bashar al Assad hanno riconquistato Aleppo. Il simbolo della tragedia è il volto di Omran, un bambino sfuggito a un bombardamento ad agosto. L’Isis, cacciato da Palmira a marzo è rientrato in città a dicembre. In Iraq invece a fine ottobre è stata liberata la città di Mosul

Su Facebook ho scritto questo.

I miti scomparsi

La musica ha pianto tre icone: il 10 gennaio è morto David Bowie, il 21 aprile a Minneapolis è scomparso Prince mentre il 7 novembre è deceduto Leonard Cohen ed il 25 dicembre è scomparso George Michael. L’Italia ha detto addio a Dario Fo il 13 ottobre e Umberto Veronesi. l’oncologo è scomparso l’8 novembre.

Licenza Creative Commons

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

Poppettina e le emozioni

#31dìfilosofici: Challenge di Natale con Soffi_di_danylamb!

Leave a Response