close
Virginia, la musica e questo Paese | #lavoronarrato

Virginia, la musica e questo Paese | #lavoronarrato

“Sono venuta al mondo in Italia in provincia di Milano negli anni 70, da genitori insegnanti provenienti dal sud. Sono venuta al mondo secondo natura o come dicevan tutti, con la cicogna.

Nel mio paese mi trovo come tutti gli italiani veri: spaesata!

Questa non è più la bella Italia e gli italiani veri sono defunti sotto il peso della vigliaccheria e dell’ignoranza, del qualunquismo e dell’alienazione comune.

Canto e insegno tecniche di canto, respirazione, stili e generi musicali. Il mio lavoro è speciale ed è come una meditazione o preghiera continua x me.

La cosa più bella del mio lavoro è creare sorrisi e gioia, grandi emozioni e sentimenti nelle persone. La cosa più brutta sono gli orari sballati cui siamo sottoposti a causa dei concerti che iniziano tardi, nonché il dover lottare contro il livello sempre più basso di cultura musicale del popolo medio”.

*

Lei è Virginia. Non la conosco di persona ma leggere queste sue parole, così senza filtri, la rende simpatica e giusta per questa notte fatta di lavoro e di sentimenti belli e brutti, nudi e crudi.

Licenza Creative Commons

Anita Santalucia

Anita Santalucia

Filosofia. Prima di tutto la filosofia. 26 anni, laurea, master e i mille posti del mondo che non ho ancora visitato.

Valentina: una social media manager! | #lavoronarrato

Roberto: partire per poi restare | #lavoronarrato

Leave a Response